Statuto

TITOLO I.         FINALITA’

ART. 1 –  Il Consorzio per la Biblioteca “Sebastiano Satta”,  è istituito con  decreto  n.  77780  Div.  2ª del 28  Dicembre  1945  dal Prefetto di Nuoro, prende la denominazione di “Consorzio per la pubblica lettura Sebastiano Satta”.

Del    Consorzio   fanno   parte   il   Comune   di    Nuoro, l’Amministrazione  Provinciale di Nuoro e le Comunità  Montane del Nuorese e delle Baronie. Possono altresì  aderire i Comuni ed  altri  Enti pubblici ricadenti  nell’ambito  territoriale delle due Comunità Montane del Nuorese e delle Baronie.  Esso si  pone liberamente a disposizione di tutti i cittadini  per stimolare, mantenere vivi e sviluppare l’interesse e l’attiva partecipazione di tutti alla cultura.  Il sistema di pubblica lettura è dunque un servizio sociale primario.

ART. 2  – Il Consorzio persegue, fra l’altro, i seguenti obiettivi:

I  – Istituire  i  rapporti di scambio e  cooperazione  con altri istituti bibliotecari italiani e non, mantenendo il collegamento  tecnico  con  i  centri  regionali, nazionali ed internazionali.

II – Salvaguardare  e documentare il  patrimonio  culturale locale (storico,  musicale,  linguistico, etc.), anche attraverso  la raccolta di documenti di vario  genere, in  collegamento  con altre istituzioni  realizzate  a questo fine dagli Enti Locali a ciò interessati.

III- Procurare di diffondere l’informazione necessaria ad esercitare  consapevolmente  i  doveri  e  diritti  di individui e membri della società.

IV – Soddisfare  le  aspirazioni di ordine intellettuale  e sviluppare le facoltà creative e critiche.

V  – Consentire  il continuo  aggiornamento culturale, tecnico e professionale.

VI – Costituire una corretta alternativa per  un uso proficuo del tempo libero.

VII- Promuovere un uso sociale delle strutture scolastiche, ricercando  con esse collegamenti e collaborazioni per un effettivo esercizio del diritto allo studio:

  1. a) fornendo a tutti un servizio culturale di appoggio alle strutture scolastiche;
  2. b) consentendo a chi ha terminato gli studi possibilità d’informazione ed aggiornamento continui;
  3. c) fornendo strumenti per l’autoeducazione e l’educazione permanente  anche tramite  collegamento  con altre istituzioni,  organismi ed associazioni a ciò finalizzati.

VIII- Promuovere lo svolgimento  di  iniziative  culturali spontanee di dibattiti, di studio e di ricerca.

IX -Provvedere all’acquisto, inventariazione, catalogazione, messa a disposizione delle proprie raccolte librarie e  di altro materiale di informazione e comunicazione delle idee, finalizzandolo all’uso pubblico e nel rispetto delle varie opinioni, senza alcuna proscrizione e disapprovazione di parte o di dottrina.

X -Provvedere alla custodia, ordinamento ed uso pubblico degli Archivi Storici locali.

 

TITOLO II.   ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO

Art. 3 – Per la realizzazione delle finalità istituzionali di cui al tit. 1, il Consorzio attua la creazione di un Sistema territoriale di biblioteche, per realizzare, senza soprapporsi all’autonomia dei singoli Istituti, una valida e funzionale organizzazione del servizio complessivamente reso, attraverso la razionalizzazione e il coordinamento dei servizi e  l’omogeneità delle procedure, l’offerta qualitativamente più elevata, la realizzazione di iniziative non possibili alle singole  biblioteche, il confronto culturale, l’accrescimento delle possibilità d’informazione. Costituisce inoltre un Centro Biblioteconomico  Provinciale per fornire alle Biblioteche dell’area provinciale l’assistenza tecnica e l’informazione bibliografica di cui necessitano,  mettendo a loro disposizione speciali servizi (prestito di libri specialistici, emeroteca, fonovideoteca, ecc.).

ART. 4 – Nell’ambito della città di Nuoro il Consorzio organizza un sistema urbano di pubblica lettura, mediante l’istituzione di biblioteche decentrate.

ART. 5 – La  Biblioteca  “Sebastiano Satta” si  pone  come  centro operativo del Sistema con  le seguenti funzioni:

  1. a) articolare il  servizio bibliotecario  cittadino  nel sistema urbano, in cui  essa  ha funzione di centro coordinatore delle Biblioteche decentrate, la cui gestione verrà regolamentata da apposite normative da stabilire con il Comune di Nuoro in accordo con le forze sociali e culturali;
  1. b) promuovere la creazione di un catalogo collettivo delle biblioteche via via aderenti relativo a tutto il materiale disponibile;
  1. c) promuovere il coordinamento degli acquisti fra tutte le biblioteche aderenti;
  1. d) realizzare la centralizzazione degli acquisti e della catalogazione anche eventualmente col personale messo a disposizione  dagli Enti Consorziati;
  1. e) realizzare un servizio di informazione e consulenza in collegamento con i  competenti uffici regionali, nazionali ed internazionali;
  1. f) costituire un momento di raccolta e coordinamento delle istanze locali rispetto ai competenti uffici della Regione, nella prospettiva di una costruenda rete bibliotecaria regionale;
  1. g) rendere operativa la circolazione di libri, stampati e audiovisivi tra le biblioteche del sistema;
  1. h) promuovere la predisposizione di attività culturali comuni, anche mediante la creazione di circuiti per diverse manifestazioni;
  1. i) mettere a disposizione strumenti e strutture in favore della attività di gruppi culturali e forze sociali;
  1. l) promuovere momenti di coordinamento e collegialità tra gli operatori delle biblioteche del sistema e tra rappresentanti delle commissioni di gestione e degli Enti Consorziati sui temi tecnici, sui programmi, sullo stato di attuazione del sistema.

ART. 6 – Le Biblioteche aderenti al Sistema adegueranno i rispettivi regolamenti armonizzandoli alle finalità e alle disposizioni del presente Statuto.

 

TITOLO III. Patrimonio e bilancio

ART.  7  – All’atto dell’adesione al Consorzio gli Enti interessati si impegnano a:

  1. Mettere a disposizione per la circolazione interbibliotecaria i  propri  fondi stampati e audiovisivi  ed  il materiale assimilabile;

2.Inserire nei propri bilanci la voce relativa al  servizio bibliotecario;

  1. Provvedere al personale necessario per il funzionamento degli  Istituti secondo quanto stipulato in accordo  con gli Organi deliberativi del Consorzio;
  2. Provvedere ai locali e alle spese correnti;
  3. Provvedere al pagamento delle quote annuali come da articolo successivo.

ART. 8 – Gli Enti contribuiscono alle spese per il funzionamento, per la gestione corrente e per il personale del Consorzio

secondo la seguente tabella:

Amministrazione Provinciale                   L. 1.000 per abitante (1)

Comune di Nuoro                                       L. 5.700 per abitante (1)

Comunità Montana di Nuoro                   L. 1.800 per abitante (1)

Comunità Montana di Siniscola               L. 1.800 per abitante (1)

Altri Enti pubblici aderenti                        L.    750 per abitante

Per Enti che non comprendono popolazione residente la quota di adesione sarà concordata per  ogni  singolo  Ente e approvata con deliberazione dell’Ente e dell’Assemblea del Consorzio.

Contribuiscono  altresì alle  spese per gli investimenti, per la dotazione del patrimonio  librario  e audiovisivo e per le attività culturali secondo la seguente tabella:

Amministrazione Provinciale            40 %

Comune di Nuoro                                 10 %

Comunità Montana di Nuoro             25 %

Comunità Montana di Siniscola        25 %

Le suddette quote sono soggette ad una verifica annuale  in base  al  numero  degli abitanti  registrato  per  l’anno precedente  e  all’adeguamento  dei  costi  di  gestione complessiva.

Esse  verranno comunicate agli Enti Consorziati entro  il 30 Ottobre di ogni anno.

L’Assemblea  del  Consorzio  potrà prevedere  contributi straordinari,  tenuto  conto dei programmi di attività  e della  situazione  economico-finanziaria di ogni  singolo Ente, da erogarsi su deliberazione degli Enti interessati.

ART. 9 – I contributi  degli  Enti  Consorziati  dovranno  essere versati per 1/3 entro il mese di aprile,  per 1/3 entro il mese di giugno  e per 1/3 entro il mese di settembre.

ART. 10 – Il  Consorzio si avvarrà altresì dei contributi  erogati dalla Regione autonoma della Sardegna ed eventualmente da altri  Enti  nazionali  ed esteri  nonché  di  lasciti  e donazioni.

ART. 11 – Il materiale acquistato con i fondi di cui all’art. 8 e all’art. 10 appartiene al Consorzio.

TITOLO IV . PERSONALE

ART. 12  – Il personale del Consorzio è assunto, secondo le disposizioni vigenti nel  contratto   collettivo  di lavoro  degli  Enti Locali, mediante pubblico concorso per titoli ed esami. Il  personale  suindicato  potrà svolgere  la   propria  opera in  una  o  più  sedi  del sistema,  anche   per  limitati  periodi  di  tempo,  su deliberazione del Consorzio.

ART. 13 – Le  prove  d’esame  e le  commissioni giudicatrici  sono stabilite dal regolamento.

ART. 14 – All’atto   dell’adesione al   Consorzio, gli   Enti interessati si impegnano a provvedere,  su richiesta del Consorzio,  al  distacco del personale,  assunto  dagli  Enti   stessi  per  il   servizio   bibliotecario,   per l’attuazione delle finalità del Sistema.

Il  personale di cui al  precedente capoverso  presta  la propria  opera nell’Ente presso il quale è stato assunto,  salvo casi particolari e su richiesta dell’Assemblea  del Consorzio, sentito l’Ente interessato ed il lavoratore in questione.

Ove   questi   casi  si  verificassero,   il   Consorzio provvederà  con  personale proprio alla  continuità  del servizio nell’Ente in  questione.

ART. 15 – Qualora l’Assemblea  del Consorzio lo ritenga opportuno, per  periodi  di  tempo  determinati  o  per particolari prestazioni  professionali,  potranno essere  effettuate convenzioni con persone esterne all’Amministrazione.

ART. 16  – La   determinazione   del   personale  necessario al funzionamento  del sistema è affidata al  Consorzio.  La pianta organica andrà riveduta ogni tre anni.

ART.  17 – Gli organi di gestione del Consorzio sono:

La Conferenza generale delle Commissioni di gestione

L’Assemblea del Consorzio

Il Consiglio Direttivo

Il Presidente

Il Direttore

La Commissione Tecnica

ART. 18 – La Conferenza generale  delle  Commissioni di gestione è composta  da due rappresentanti per Biblioteca  nominati dalle  Commissioni  di  Gestione. Ne  fanno  parte  il Presidente del Consorzio e il Direttore del Sistema  con diritto di voto.

Si  riunisce  almeno ogni sei mesi su  convocazione  del Presidente del Consorzio o dell’assemblea del Consorzio, o qualora ne faccia richiesta 1/3 dei componenti.

Ogni Commissione di Gestione ha diritto ad un solo voto.

Non sono ammesse deleghe.

Le riunioni sono pubbliche.

Il  Presidente  ed il Segretario della  Conferenza  sono eletti ad ogni riunione.

ART. 19 – La Conferenza Generale delle Commissioni di Gestione ha i seguenti compiti:

  1. a) elabora le linee programmatiche del Sistema per  il raggiungimento delle finalità di cui al titolo I^;
  2. b) elabora programmi annuali e pluriennali di sviluppo del servizio bibliotecario e dell’attività culturale;
  3. c) formula proposte all’Assemblea del Consorzio.

ART. 20 – L’Assemblea del Consorzio è composta da 12 membri eletti secondo la seguente ripartizione:

– n. 3 rappresentanti del Comune di Nuoro

– n. 3       ”        dell’Amministrazione Provinciale

– n. 3       ”        della Comunità Montana di Nuoro

– n. 3       ”        della Comunità Montana di Siniscola

Il Direttore del Sistema presenzia senza diritto di voto.

Alle   sedute  il cui ordine del giorno prevede la determinazione  delle quote a carico degli Enti  aderenti partecipa con diritto di voto anche un rappresentante per ogni Ente aderente.

L’Assemblea viene convocata almeno ogni sei mesi dal Presidente del Consorzio o su richiesta di almeno 1/3  dei componenti.

Le sedute sono valide, in prima convocazione, se  è presente la metà dei componenti.

In seconda convocazione, da tenersi in altra giornata, è richiesta la presenza di almeno 1/3 dei componenti.

Elegge  tra i  propri  componenti  il  Presidente   del Consorzio,  secondo  le  modalità previste  dalla  legge Comunale e Provinciale per l’elezione del Sindaco.

Le votazioni sono valide a maggioranza semplice  eccetto le  votazioni sullo Statuto,  sul regolamento organico  e sui beni patrimoniali, per cui è richiesta la maggioranza qualificata dei 2/3. Le votazioni sono palesi fuorché su questioni riguardanti persone.

Le  funzioni di Segretario verbalizzante  nelle  adunanze dell’Assemblea sono svolte dal Direttore del Consorzio o  da un funzionario incaricato dall’ A.C.

ART. 21 – L’Assemblea del Consorzio ha i seguenti compiti:

  1. a) realizza i dettati di cui ai titoli I^ e II^;
  2. b) approva il bilancio preventivo e il conto consuntivo;
  3. c) determina le quote annuali ordinarie e straordinarie a carico dei singoli Enti Consorziati;
  4. d) approva la pianta organica e variazioni di organico;
  5. e) convoca annualmente una conferenza  generale  delle Commissioni di Gestione;
  6. f) delibera le spese consorziate secondo gli stanziamenti dei bilanci;
  7. g) delibera sugli acquisti avendo acquisito i necessari pareri tecnici;
  8. h) approva il regolamento tecnico per il funzionamento del Sistema;
  9. i) dà il parere di legittimità sui  regolamenti  delle singole biblioteche e sulle loro eventuali modificazioni;
  10. l) approva i necessari spostamenti di personale esterno al Consorzio;
  11. m) decide i necessari  spostamenti  di  personale  del Consorzio;
  12. n) elegge il Consiglio Direttivo, il Presidente  e  il Segretario;
  13. o) formula i bandi di concorso;
  14. p) stabilisce la composizione   delle   Commissioni Giudicatrici;
  15. q) conferisce gli incarichi e stabilisce i compensi da corrispondere alle persone che in qualsivoglia forma al di fuori del rapporto di impiego prestino la loro  opera a favore del Consorzio.

Assolve alle suddette funzioni in stretto contatto con la Commissione Tecnica.

ART. 22  – Il  Consiglio  Direttivo  è composto dal  Presidente  del Consorzio   e   da  quattro   membri   effettivi   eletti dall’Assemblea  del Consorzio.

Si riunisce su convocazione del Presidente o su richiesta di almeno due componenti.

Il Consiglio Direttivo è eletto con le modalità previste dalla  Legge Comunale e Provinciale per l’elezione  della Giunta Comunale.

ART. 23 – Spetta al Consiglio Direttivo decidere in caso di urgenza sulle   questioni   di  competenza dell’Assemblea del Consorzio, di ordinaria amministrazione. Le  decisioni  assunte  dal  Consiglio  Direttivo  devono successivamente essere ratificate dall’Assemblea.

ART. 24 – Il Presidente del Consorzio:

– ha  la rappresentanza del Consorzio;

– è eletto tra i membri dell’Assemblea;

– convoca  e  presiede  l’Assemblea del  Consorzio  e  il Consiglio Direttivo;

– prende i provvedimenti d’urgenza  salvo ratifica dell’Assemblea del Consorzio, nel caso in cui dal mancato provvedimento può derivare danno all’Ente;

– firma  la corrispondenza e gli atti dell’Assemblea del Consorzio

– fa parte della conferenza generale delle Commissioni di Gestione con diritto di voto.

In  caso di assenza o di impedimento funge da  presidente il consigliere anziano.

ART. 25 – Il Direttore del Consorzio è il Direttore della Biblioteca “Sebastiano Satta”.

ART. 26 – Spetta al Direttore:

  1. a) coordinare l’attività della Commissione Tecnica e provvedere all’attuazione dei   programmi  e  dei provvedimenti deliberati dagli organi di gestione;
  2. b) funge da capo del personale;
  3. c) esercitare le funzioni scientifiche, tecniche e organizzative inerenti l’attività del sistema  nelle singole biblioteche;
  4. d) assicurare le procedure di migliore impiego tecnico e biblioteconomico;
  5. e) svolgere tutti gli altri incarichi inerenti le attività culturali del sistema che gli siano affidati dall’Assemblea del Consorzio;
  6. f) gestire direttamente un fondo a rendere conto  per spese  urgenti  e  per le  quali  sia necessaria una decisione tempestiva secondo il regolamento approvato dall’Assemblea;
  7. g) rispondere della consistenza e conservazione delle raccolte;
  8. h) elaborare insieme all’Assemblea del Consorzio programmi annuali e  pluriennali  delle attività culturali, dell’aggiornamento professionale e dell’incremento delle raccolte;
  9. i) fare parte della Conferenza Generale delle Commissioni di Gestione con diritto di voto.

ART. 27 – La Commissione Tecnica degli operatori delle biblioteche è composta da:

  1. a) i direttori delle biblioteche aderenti al Consorzio;
  2. b) un rappresentante del personale per ogni biblioteca;
  3. c) due rappresentanti dei servizi centrali del sistema.

Svolge i propri lavori in forma plenaria e per commissioni.

ART. 28 – Spetta alla Commissione Tecnica  degli  operatori di biblioteca  svolgere    in  stretto collegamento con l’Assemblea del Consorzio tutti i compiti  connessi  al funzionamento tecnico del sistema e in particolare:

  1. a) coordina le attività del  sistema  nelle  singole biblioteche d’uso;
  2. b) fare proposte in merito ai programmi d’incremento delle raccolte;
  3. c) fare proposte in merito all’aggiornamento professionale degli operatori;
  4. d) elaborare annualmente una relazione tecnico-statistica sul funzionamento del sistema e delle singole biblioteche insieme a proposte di riforma delle procedure o di sviluppo dei servizi;
  5. e) svolgere tutti gli altri incarichi inerenti l’attività culturale del sistema che le siano affidati dal Consiglio di Amministrazione.

ART. 29 – L’Assemblea del Consorzio e il Consiglio Direttivo durano in carica cinque anni.

La commissione Tecnica dura in carica tre anni.

Si ha decadenza dai suddetti organi di gestione dopo tre assenze ingiustificate.

ART. 30 – Tutti gli organi di gestione del Consorzio si avvalgono, nell’affrontare  tutti  i  temi di carattere tecnico e biblioteconomico, della consulenza tecnica dei competenti uffici regionali.

Rappresentanti di tali uffici potranno partecipare senza diritto di voto alle riunioni dei  suddetti  organi,  di cui,  dovrà essere data loro preventiva comunicazione.

ART. 31 – Ogni  biblioteca  stabilisce  propri organi di  gestione purché  non siano in contrasto con i fini del  presente Statuto.

Le relative delibere verranno sottoposte al giudizio di conformità col presente Statuto da parte dell’Assemblea del Consorzio.

Tali  organi hanno il compito di realizzare i  fini del presente  Statuto e promuovere il servizio  bibliotecario sul  proprio territorio, provvedere all’incremento delle raccolte nell’ambito dei propri fondi, svolgere i  propri programmi   di  attività  culturali, contribuire alla crescita complessiva del Sistema, sviluppando una sempre maggiore cooperazione, garantire la massima partecipazione democratica alla gestione della biblioteca.

TITOLO V. Ordinamento interno e uso pubblico.

ART. 32 – L’ordinamento delle biblioteche del sistema e l’uso pubblico sono  regolati  dai regolamenti interni delle singole biblioteche.

Si avvalgono, in accordo con la normativa nazionale ed internazionale, delle tecniche biblioteconomiche che sono in uso nelle biblioteche pubbliche.

ART. 33  – All’atto dello scioglimento del Consorzio il  patrimonio mobiliare, gli arredi, il materiale librario, audiovisivo e il materiale assimilabile vengono dati in carico  agli Enti cui erano stati consegnati in dotazione.

Il  personale del Consorzio impiegato presso diverse biblioteche  ha  facoltà  di opzione per uno degli  Enti presso i quali prestava servizio al momento dello scioglimento.

Il  personale distaccato al Consorzio rientra presso l’Ente di provenienza.

ART. 34 – I fondi rotanti librari e non librari sono assegnati dall’Ente di provenienza.

ART. 35 – Entro un anno dall’adesione al Consorzio gli Enti si impegnano ad  adeguare al presente Statuto i  propri regolamenti.

ART. 36 – Per  tutto quanto non esplicitamente dichiarato nel presente Statuto si  rimanda a quanto previsto dalla legislazione vigente per gli Enti Locali.

* * * *

Nota 1. La tabella riportata nell’art. 8 è stata così modificata con delibera dell’Assemblea del Consorzio n. 22 del 29.10.1996, con decorrenza 1.1.1997:

Amministrazione Provinciale:                       L. + 350 per abitante; £. 1.350

Comune di Nuoro:                                            L. + 2.500         “          £. 8.200

Comunità Montana di Nuoro:                      L. + 500            “            £. 2.300

Comunità Montana di Siniscola:                  L. + 500           “            £. 2.300

Comuni  aderenti:                                            L.    750            “        (invariato)

Le quote sono state adeguate successivamente con l’approvazione del bilancio di previsione dell’Assemblea del Consorzio nel 1998 con decorrenza 1.1.1999.

Gli importi sono rideterminati come segue:

Amministrazione Provinciale: £. 483.747.900;
Comune di Nuoro:               £.  529.530.000;
Comunità Montana n. 9         £.  127.688.400;
Comunità Montana n. 10       £.   58.204.520;
Comuni aderenti                £. 750 per abitante (invariato);

COPIA DELLA COMUNICAZIONE INVIATA AGLI ENTI CONSORZIATI

Nuoro, 30 Ottobre 1998

Al Sig. Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Nuoro
Al Sig. Sindaco dell’Amministrazione Comunale di Nuoro
Al Sig. Presidente della Comunità Montana n. 9 del Nuorese
Al Sig. Presidente della Comunità Montana n. 10 delle Baronie

L O R O   S E D I

Oggetto: richiesta adeguamento quote annuali.

Nel 1998 il Consorzio conseguirà il pareggio del proprio bilancio; il risultato è stato raggiunto grazie alle quote degli Enti consorziati e dei Comuni aderenti, ai contributi dello Stato e della Regione Autonoma della Sardegna.

Nella fase preparatoria alla stesura del Bilancio di previsione per il 1999, gli uffici, sulla base degli indirizzi dell’Assemblea del Consorzio, hanno effettuato una ricognizione delle risorse finanziarie in relazione alle esigenze di funzionamento dell’ente per l’anno 1999. L’analisi si riferisce alle spese per la gestione e il funzionamento in quanto le spese per investimenti sono coperte dai contributi che la R.A.S., ai sensi della L.R.n.64/50 e al D.P.R. n.348/79, eroga annualmente al Consorzio.

Dall’analisi (che si allega alla presente) è emersa la necessità di disporre di maggiori entrate, per un importo pari a L. 302.903.948, per far fronte alle seguenti esigenze:

1) L. 270.225.175 (spese per il personale), di cui:

-L. 18.400.000 per adeguamento retribuzioni al personale anno 1998 al tasso di inflazione;

-L. 156.400.000 per aumenti contrattuali al personale + fondi per la retribuzione di posizione e risultato del personale di cat. D;

-L. 30.000.000 per il fondo per la retribuzione di risultato della dirigenza;

-L. 65.425.175 per la retribuzione annuale di un nuovo funzionario VIII Q.F. analista di sistema.

2) L. 17.678.773 nella parte relativa alle spese correnti che derivano dall’adeguamento al tasso di inflazione programmato per le spese da contratto da rinnovare per il 1999.

3) L. 15.000.000 nella parte degli investimenti in conto capitale relativa ai fondi di ammortamento.

Considerato che:

  1. a) non è possibile ottenere un incremento del contributo di L. 151.066.000 dello Stato;
  2. b) non è stato ottenuto un incremento del contributo di L. 300.000.000 che annualmente la R.A.S. concede per la gestione e il funzionamento del Consorzio (oltre i contributi per investimenti);

si è provveduto ad effettuare una ripartizione dei maggiori oneri fra i quattro Enti Consorziati, sulla base delle percentuali di partecipazione in uso dal 1.1.1997. Sulla base dei criteri anzidetti è stato determinato un incremento delle quote a carico dei singoli Enti così ripartito:

-Amm.ne Prov.le di Nuoro:         L. 121.160.000 (40%);

-Amm.ne Com.le di Nuoro:         L. 133.280.000 (44%);

-C. Montana n. 9:                          L. 33.320.000 (11%);

-C. Montana n. 10:                        L. 15.143.948. (5%).

Lo Statuto del Consorzio prevede:

  1. a) che le quote consortili siano determinate a seguito di una verifica annuale in base  al  numero  degli abitanti  registrato  per  l’anno precedente e all’adeguamento dei costi di gestione complessiva;
  2. b) che l’ammontare delle quote sia comunicato agli Enti Consorziati entro il 30 Ottobre di ogni anno.

La mancanza di altre soluzioni di finanziamento; l’impossibilità di ridurre ulteriormente le spese e gli obblighi statutari impongono quindi di inoltrare alle SS. VV. la richiesta di adeguamento delle quote come prima specificato.

Nel formulare questa richiesta, gli Amministratori del Consorzio sono pienamente consapevoli che tutti gli Enti (e in particolare le Comunità Montane) si trovano ad affrontare situazioni di difficoltà derivanti dal contenimento delle risorse disponibili. Si è comunque altrettanto convinti che un mancato adeguamento delle quote condanna il Consorzio ad un ridimensionamento di ruolo e di funzioni non auspiscato da alcun Ente.

Si ritiene pertanto, anche a seguito dei risultati della riunione tra Amministratori del Consorzio e degli Enti del 27 Ottobre, che l’esigenza di adeguamento delle quote possa trovare anche soluzioni diverse da quelle proposte; soluzioni che gli Enti Consorziati, congiuntamente, potranno individuare e proporre al Consorzio.

Nell’esprimere la più ampia disponibilità di tutti gli Amministratori ad un proficuo confronto finalizzato al potenziamento e allo sviluppo dei servizi bibliotecari, informativi e culturali, mi è gradito porgere distinti saluti.

LA PRESIDENTE
Dott.ssa Anna Saderi

Attualmente le quote di contribuzione risultano così determinate:

Amministrazione Provinciale:  € 249.984,24;
Comune di Nuoro:                € 293.722,16;
RAS per Comunità Montane:  € 100.000,00;
Comuni aderenti:                € 0,39 per abitante  (invariato);